MIDO 2022 | DIGITAL EDITION È ONLINE
 
NORMAZIONE

Certottica: anche test su Cromo e coloranti azoiciChromium and azo colorants: carry out the tests

15 Settembre 2014
I laboratori eseguono prove chimiche anche su tessuti, pelli e cuoio per rilevare la presenza di sostanze che possono risultare tossiche Oggi i Laboratori Certottica sono in grado di eseguire prove chimiche anche su tessuti, pelli e cuoio e rilevare la presenza di sostanze quali il cromo e i coloranti azoici – che possono risultare tossiche - applicando, nell'esecuzione dei test, le norme di riferimento.   Cromo   Per determinare la presenza di cromo esavalente (Cr VI) in pelli e cuoio il laboratorio chimico applica la norma UNI EN ISO 17075:2008 "Cuoio - Prove chimiche - Determinazione del contenuto di cromo VI". La concia al cromo è molto diffusa perché permette di ottenere cuoio di ottima qualità e adatto a molti impieghi. Molti Paesi esportano pelle già conciata al cromo e destinata ad ulteriori trattamenti per la sua trasformazione in prodotto finito. I composti di cromo esavalente risultano essere cancerogeni e il loro uso all'interno dell'UE è soggetto a restrizioni (Direttiva 2002/95/EC).   Coloranti azoici   I coloranti azoici sono caratterizzati dal fatto che conferiscono colori vivi a tessuti e pelli e hanno ottime proprietà coloranti. Tuttavia, in determinate condizioni, possono decomporsi e rilasciare ammine aromatiche potenzialmente cancerogene. L'uso di coloranti azoici per la colorazione di pelli e tessili può costituire un fattore di rischio per la salute. La Commissione Europea classifica come sospette cancerogene 22 ammine e la Direttiva 2002/61/EC vieta l'utilizzo dei coloranti azoici pericolosi per la salute. Per la determinazione di particolari ammine derivate da coloranti azoici nei tessuti Certottica applica la norma UNI EN 14362-1:2012 "Tessili - Metodo per la determinazione di particolari ammine aromatiche derivate da coloranti azoici Parte - 1: Rilevamento dell'utilizzo di particolari coloranti azoici individuabili con o senza estrazione", mentre per cuoi e pelli applica la norma UNI EN ISO 17234-2:2011 "Cuoio - Prove chimiche per la determinazione di particolari coloranti azoici nei cuoi tinti - Parte 2: Determinazione di 4-amminoazobenzene". Le vie principali per l'esposizione a queste sostanze risultano essere l'assorbimento tramite la pelle e l'ingestione: per un'offerta sui test Vi invitiamo a contattare l'Area Marketing di Certottica     We can now offer you the opportunity to carry out chemical tests also on textiles, hides and leather We can now offer you the opportunity to carry out chemical tests also on textiles, hides and leather. For these kinds of materials Certottica can detect the presence of substances such as chromium and azo colorants – which can be toxic – by carrying out the tests applying the reference standards.   Chromium   In order to detect the presence of hexavalent chromium (Cr VI) in hides and leather our chemical laboratory applies standard UNI EN ISO 17075:2008 "Leather - Chemical tests - Determination of chromium (VI) content". Chromium dressing is widespread since this kind of dressing makes it possible to get quality leather which is suitable for various uses. Nowadays several countries export leather which has already been chromium dressed, which will undergo further treatments to get to the final product. Hexavalent chromium compounds turn out to be carcinogenic and their use within the EU is subject to restrictions (Directive 2002/95/EC).   Azo colorants   Azo colorants are characterized by their ability to give bright colours to textiles and leather and they have excellent colouring properties. Nonetheless, under certain conditions, they can break down and release aromatic amines which are potentially carcinogenic. Using azo colorant to dye textiles and leather can be a factor of risk to health. The European Commission classifies 22 amines as suspect carcinogens and Directive 2002/61/EC bans the use of azo colorants which are dangerous for health.   In order to determine the presence of specific amines deriving from azo colorants, our laboratory applies standard UNI EN 14362-1:2012 "Textiles - Methods for determination of certain aromatic amines derived from azo colorants - Part 1: Detection of the use of certain azo colorants accessible with and without extracting the fibres", while for leather and hides it applies standard UNI EN ISO 17234-2:2011 "Leather - Chemical tests for the determination of certain azo colorants in dyed leathers - Part 2: Determination of 4-aminoazobenzene". The main ways of exposure to these substances are absorption through the skin and ingestion: for an offer please contact our Marketing Area.
Logo WMido

WMido – World Weekly Wonders – è il progetto editoriale di MIDO, la manifestazione leader mondiale dell’ottica e occhialeria, pensato e disegnato per garantire alle aziende un’informazione puntuale e ricca di contenuti. Attualità, approfondimenti, interviste e commenti per non perdere nulla e rimanere sempre connessi con il mondo del business e col mercato..

Visita
Accredito stampa e blogger MIDO Aree espositive Elenco espositori Otticlub Vieni a MIDO Vola e Soggiorna Treni gratuiti per MIDO