MIDO 2022 | DIGITAL EDITION È ONLINE
 
WMIDO - Milano Eyewear Show - February 4-5-6 - 2023
9ConvegnoPlenaria
WHAT'S NEW

Grande partecipazione al 9 Convegno Assottica

11 Novembre 2011
Si è concluso a Roma il 9° Convegno Assottica, promosso dalle Aziende produttrici di lenti a contatto e soluzioni Bausch+Lomb, Ciba Vision, Coopervision, Johnson&Johnson Vision Care, Sauflon, Schalcon. L’evento interamente dedicato all’aggiornamento professionale in contattologia, ha richiamato nella capitale 450 partecipanti provenienti da tutta Italia. Marica Lava, Presidente di Assottica Gruppo Contattologia, ha annunciato alcune importanti novità riguardanti il futuro delle attività di Assottica: il Convegno Assottica diventerà biennale, la prossima edizione si terrà dunque nel 2013. Questo permetterà di potenziare il livello di eccellenza del Convegno, che resta il cuore dell’impegno associativo per l’aggiornamento professionale in contattologia e nel contempo di investire tempo e risorse in altre iniziative, che riguarderanno il consumatore, la professione e la regolamentazione, a favore della crescita del mercato. Inoltre, il 9° Convegno Assottica continuerà per tutto l’anno: dal 1 dicembre sarà attiva una piattaforma e-fad accessibile dal sito www.assottica.it sulla quale sarà possibile rivedere gli interventi della plenaria congressuale, sia in lingua originale che in italiano. Una preziosa occasione quindi a disposizione di chi non ha potuto partecipare o di chi desidera rivedere i contributi dei massimi esperti in contattologia provenienti da tutto il mondo. Marica Lava ha poi esposto dati incoraggianti sulla crescita del mercato italiano, fino al 2006 “pecora nera” in Europa e diventato invece secondo solo al Regno Unito in termini di vendite in valore. Per quanto riguarda i trend di crescita del mercato, i dati sell out forniti da GfK e aggiornati ad agosto 2011 mostrano inoltre che, a fronte di un incremento complessivo in Europa (5 Paesi) di +1,9%, il nostro mercato registra +4.6% a fronte di + 4.2% del Regno Unito, +0,5 della Spagna, -2% di Germania e – 0,3% della Francia. Un risultato decisamente positivo e incoraggiante considerata anche la persistente difficile congiuntura economica. Importante spunto di riflessione è stato offerto dalla presentazione di Donna Power di Optometry Giving Sight, organizzazione internazionale no-profit che si occupa di intervenire sulla cecità evitabile, formando professionisti della visione soprattutto nei paesi in via di sviluppo. Molto apprezzati gli interventi dei relatori, di alto profilo internazionale, che si sono alternati sul palco. Brian Tighe, direttore dell’Unità di Ricerca dei Biomateriali della Aston University di Birmingham, aprendo i lavori, ha parlato delle lenti silicone hydrogel e dell’importanza dell’evoluzione delle tecniche produttive e dei brevetti di nuova generazione. Jeffrey Walline, assistant professor presso il College of Optometry della Ohio State University ha illustrato un interessante studio (NSIGHT) condotto su 3.800 pazienti con correzione visiva in tutto il mondo, esponendone i risultati in termini di aspettative dei pazienti correlate alla correzione visiva. Helen Fawkner, docente di psicologia presso la Leeds Metropolitan University ha invece analizzato come, dal punto di vista psicologico, la percezione della propria immagine corporea influenzi le scelte del tipo di correzione visiva, soprattutto negli adolescenti. L’applicazione di lenti a contatto nei bambini e negli adolescenti è stata oggetto di approfondimento negli interventi di Jeffrey Walline e di Fernando Hidalgo, direttore del corso di Laurea in Optometria presso l’Università di Madrid. Temi legati agli aspetti scientifici e clinici dell’interazione tra superfici delle lenti a contatto e della cornea sono stati affrontati da Ross Grant, grande esperto del settore e fondatore di una società di consulenza con sede a Zurigo, mentre Graeme Young, direttore dell’Istituto di Ricerca britannico Visioncare Research ha approfondito l’argomento della gestione dell’occhio secco indotto dalle lenti a contatto. Ross Grant ha inoltre tenuto un interessante intervento sull’ottimizzazione del business delle lenti a contatto per il punto vendita di ottica. L’inglese Brian Tompkins, tra i più apprezzati “Edutainer” nel campo della optometria, ha affascinato la platea parlando delle sfide poste dai pazienti presbiti e dell’opportunità di business per l’attività professionale. I portatori presbiti sono stati al centro anche dell’intervento di Sfefan Kästner, optometrista tedesco che da anni svolge la propria attività in Italia. Delle opportunità professionali e di business offerte dalla correzione dell’astigmatismo con lenti a contatto, hanno dibattuto Graeme Young e Marco Pastorelli, optometrista a Novi Ligure e relatore a numerosi congressi e seminari. Con il suo intervento, Andrea Müller-Treiber, docente di applicazione e clinica delle lenti a contatto all’Università di Scienze della Svizzera nord-occidentale, ha analizzato la relazione tra occhio secco e lenti a contatto in hydrogel. Molto apprezzato anche il secondo intervento dei Brian Tompkins sulla compliance “Fate quello che dico e non quello che faccio”. A chiusura dei lavori congressuali, la lezione magistrale di Brian Tighe incentrata sul comfort e i fattori che lo determinano, analizzati dal punto di vista dell’interazione tra lente e occhio e gli effetti biochimici dei materiali. Le numerose domande poste ai relatori sono state moderate da Fabrizio Zeri, docente a contratto presso il corso di laurea in ottica e optometria dell’Università di Roma Tre che, nella Scientific Paper Session, ha discusso con gli autori dei 5 poster presentati al Convegno Assottica e valorizzato i poster italiani che negli ultimi anni hanno ottenuto riconoscimenti al livello internazionale. Ampia la partecipazione ai corsi di approfondimento su argomenti riguardanti l’importanza della manutenzione delle lenti a contatto, il business, le strategie e tecniche per il successo dell’applicazione nelle diverse età della vita, le caratteristiche delle lenti a contatto in silicone hydrogel.     450 i partecipanti da tutta italia all'evento organizzato nella capitale  
Logo WMido

WMido – World Weekly Wonders – è il progetto editoriale di MIDO, la manifestazione leader mondiale dell’ottica e occhialeria, pensato e disegnato per garantire alle aziende un’informazione puntuale e ricca di contenuti. Attualità, approfondimenti, interviste e commenti per non perdere nulla e rimanere sempre connessi con il mondo del business e col mercato..

Visita
Accredito stampa e blogger MIDO Aree espositive Elenco espositori Otticlub Vieni a MIDO Vola e Soggiorna Treni gratuiti per MIDO